Chi C'era

In esclusiva: Moscato di scanzo al

In esclusiva: Moscato di scanzo al "Previnitaly"

Data: 01/04/2011

Quando si parla di Moscato di Scanzo non si parla di un vino qualunque, ma di una parte della storia della nostra terra. Una storia che risale addirittura al 1350 quando Alberigo da Rosciate cit nel suo testamento il lascito al figlio di un vigneto speciale. Lo stesso vigneto che con i secoli ha permesso di produrre, di generazione in generazione, un vino di una qualit talmente pregiata da ricevere nel 2009 lambito marchio DOCG. Primo nella bergamasca e quinto in Lombardia per questo ambito riconoscimento, Moscato di Scanzo rappresenta oggi il fiore allocchiello delle aziende che compongono il Consorzio Tutela Moscato di Scanzo, un consorzio sorto nel 1993, che da sempre si avvale di persone colme di amore e passione, che con tanta grinta ed entusiasmo lavorano ogni giorno per produrre un vino senza eguali. Tra le varie iniziative concepite per dare slancio alla loro realt, la sera del 1 aprile si svolto il PreVinitaly presso il famoso Bobadilla di Dalmine, una cena allinsegna dellallegria, per omaggiare tutte le aziende che parteciperanno alledizione 2011 della pi importante fiera enologica italiana. Senza eguali il prelibato men, preparato per loccasione dallo chef Francesco Gotti, il tutto accompagnato ovviamente da bottiglie di Moscato di Scanzo. Una cena di buon auspicio dunque, per rafforzare ancora maggiormente il legame di questo Consorzio, che lavora ormai per un obiettivo preciso: fare scoprire a tutto il mondo questo prelibato nettare degli dei.

Manuel Biava membro del consiglio di amministrazione del Consorzio Tutela Moscato di Scanzo

Signor Biava perch avete organizzato levento di stasera?

Principalmente per sponsorizzare la nostra presenza al prossimo Vinitaly, al quale saremo presenti come ogni anno, ma con una grande novit: uno spazio comune che riunisce molte aziende unite in ununica piazzetta allinterno della quale sar possibile degustare il nostro magnifico Moscato.
Crediamo molto in questo progetto, animato della voglia di fare e di crescere che contraddistingue il nostro consorzio.
Perch avete scelto come location Bobadilla?
Per pura provocazione: il nostro vino un prodotto molto particolare e di nicchia, abbiamo voluto fare qualcosa di diverso dalla classica presentazione in un grande ristorante, puntando su questo famoso locale che da sempre punto di riferimento per la vita notturna bergamasca, e non solo, di un certo livello.
Quando nato il vostro consorzio?
Nel 1993 a seguito del riconoscimento D.O.C. Pur essendo un piccolo consorzio in pochi anni abbiamo fatto passi da gigante, arrivando in tempi recenti ad ottenere la prima ed unica D.O.C.G. sul territorio bergamasco, tra laltro la pi piccola dItalia. Il consorzio rilascia un bollino con il nostro logo che garantisce al consumatore la qualit delle bottiglie che vengono poste in commercio.
Qual la forza del Moscato di Scanzo?
Lunicit, perch un moscato passito rosso che non ha eguali grazie alle sue particolari caratteristiche. Potremmo quasi definirlo un gioiello, diverso da tutti gli altri presenti in Italia. Inoltre possiede una storia antica, risalente addirittura al 1300, che ne aumenta indiscutibilmente il valore.
In poche parole, come lo descriverebbe?
Lo definirei il vino dei momenti importanti: elegante, opulento ma fine allo stesso tempo, ricco di caratteristiche uniche nel suo genere. Pertanto va degustato con una certa calma ed attenzione, per assaporarne tutta lessenza.
Quali progetti avete per il futuro?
Di recente abbiamo partecipato ad Autoctona, dove un prodotto del consorzio stato premiato come miglior passito italiano, e ad una fiera di prodotti elitari a Montecarlo. Per il futuro abbiamo molti progetti in particolare sul territorio milanese ma non voglio svelarli. Vi lancio per linvito a seguirci per scoprirli.




Edita Periodici © All rights reserved.
Cookie policy
segreteria@editaperiodici.it
www.editaperiodici.it


Via B. Bono, 10
24121 Bergamo
Tel. 035 270989
Cod. Fisc. e P.IVA 02103160160
Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
Registro imprese nr. 02103160160
REA - 306844
Publifarm