News

Bach a la maniera italiana

22/12/2017 | Teatro Sociale, BG

Il duo Alessandrini e Pontecorvo al Teatro Sociale

Saranno il clavicembalista Rinaldo Alessandrini e la flautista Laura Pontecorvo i protagonisti del concerto cameristico dal titolo Bach a la maniera italiana di venerd 22 dicembre alle 20.30 nello spazio intimo e raccolto del Teatro Sociale di Citt alta. Lappuntamento il primo dei due concerti che chiudono la Stagione lirica 2017 organizzata dalla Fondazione Donizetti.

Rinaldo Alessandrini, fra i migliori esecutori al mondo per il repertorio della musica antica, da pi di ventanni attivo sulla scena internazionale per la promozione della riscoperta della produzione italiana e della prassi esecutiva del XVII e XVIII secolo. Fondatore di Concerto Italiano stato ospite delle maggiori istituzioni musicali sia come direttore che come solista. Con un ampissimo catalogo di titoli operistici diretti e di incisioni discografiche, Alessandrini ha vinto numerosi premi e riconoscimenti fra i quali il Grand Prix du Disque e un Premio della Critica Discografica Tedesca.

A Bergamo Alessandrini si esibir in duo con Laura Pontecorvo, primo flauto di Concerto Italiano dal 1998, apprezzata interprete a livello internazionale ed esperta di musica da camera e barocca, ospite di innumerevoli palcoscenici sia come solista che con Concerto Italiano. Insieme proporranno un programma dedicato prevalentemente alle composizioni da camera di Johann Sebastian Bach per flauto e clavicembalo create nel periodo compreso fra il 1717 e il 1724 in cui il musicista ricopriva il ruolo di direttore della cappella musicale del Principe Leopoldo a Cӧthen. Saranno eseguite anche due trascrizioni per flauto e clavicembalo e per flauto solo tratte dalle originali Partite per violino BWV 1003 e BWV 1019. Le sonate per flauto e clavicembalo sono per certi versi assimilabili a quelle per violino e clavicembalo, poich allo strumento a tastiera non affidato il basso continuo ma una parte concertante che pone i due strumenti su un piano paritario come sarebbe stato usuale solo molto pi avanti. Le due Sonate a solo tracciano invece una rete di relazioni tra la produzione pi altamente virtuosistica e sperimentale di Bach, quella delle Sonate e Partite per strumento ad arco, dove il contrappunto e la polifonia estremamente ardui su strumenti melodici sono ottenuti spesso tramite un gioco di allusioni e risonanze. Dal confronto dei due brani si nota come questo aspetto si fa ancor pi avanzato nelle composizioni per flauto solo, strumento che non dispone neppure delle doppie corde degli archi, mentre nello strumento a tastiera la tessitura sonora viene amplificata dalle infinite possibilit contrappuntistiche del clavicembalo.



Edita Periodici © All rights reserved.
Cookie policy
segreteria@editaperiodici.it
www.editaperiodici.it


Via B. Bono, 10
24121 Bergamo
Tel. 035 270989
Cod. Fisc. e P.IVA 02103160160
Capitale sociale € 10.000,00 i.v.
Registro imprese nr. 02103160160
REA - 306844
Publifarm